Per approfondire

La stazione ieri

La stazione ieri

L’edificio originario di Villa San Giovanni risale al 1884, anno in cui viene realizzato il collegamento ferroviario con la stazione di Reggio Calabria Lido, all’epoca nota come Reggio Calabria Succursale. L'importanza della stazione cresce a partire dal completamento, nel 1895, della Ferrovia Tirrenica Meridionale, che eviterà, ai viaggiatori provenienti dalla Sicilia e diretti verso il nord, di allungare il tragitto sino al Porto di Reggio Calabria, come accadeva in precedenza. 

A partire dal 1905 la stazione di Villa viene collegata allo scalo dei traghetti con un raccordo ferroviario che consentirà in futuro il traghettamento dei convogli ferroviari. Nel corso degli anni la stazione ha gradualmente potenziato la sua funzione di interscambio e quindi il numero di collegamenti ferroviari offerti. L’attuale fabbricato viaggiatori, risalente al 1937, è stato realizzato su progetto dell'architetto Roberto Narducci che segue un layout razionalista caratterizzato da architetture lineari tipiche dello stile dell’epoca.

La stazione oggi

La stazione oggi

La stazione di Villa San Giovanni è stata recentemente interessata da lavori di riqualificazione promossi da Centostazioni, cofinanziati da RFI (Gruppo FS Italiane), con un investimento di circa 1 milione di euro. I lavori, terminati nel 2010, hanno restituito alla città una stazione rinnovata e più funzionale. 

Tra le opere realizzate: il recupero della struttura architettonica originaria dell’edificio, attraverso lavori di restauro e manutenzione delle strutture, oltre che di ripristino del colore originale delle facciate; la riqualificazione dell’atrio interno e delle aree per la sosta, con il complessivo incremento dei servizi per i clienti. Realizzati, inoltre, interventi di adeguamento a norma degli impianti tecnologici esistenti e di progressivo abbattimento delle barriere architettoniche e il rifacimento dei servizi igienici secondo il concept dell’accessibilità indifferenziata per tutti gli utenti. Sono previsti, ulteriori lavori di modernizzazione tecnologica e adeguamento al fine di rendere la stazione più efficiente e accogliente per i clienti.