Per approfondire

La stazione ieri

La stazione ieri

La stazione di Caserta viene realizzata dopo la Seconda Guerra Mondiale, al posto di un edificio antico di impianto ottocentesco, risalente al 1843, costruito di fronte alla Reggia per consentire agevoli collegamenti ai sovrani. Il fabbricato viaggiatori, ubicato lungo un asse importante per gli scambi ferroviari, riflette uno stile architettonico sobrio ed elegante, tipico delle costruzioni dell’epoca. 

Sviluppato su due livelli, ha un impianto simmetrico, articolato su un corpo maggiore centrale e due elementi minori laterali, arretrati sul fronte piazza e sporgenti sul versante binari. L’ingresso all’atrio-biglietteria è enfatizzato da un portico a colonne in pietra. Attraverso due corridoi laterali si raggiunge il marciapiede del primo binario. L’apparato decorativo è semplice e lineare, affidato alle cornici in pietra naturale dei vani finestra e alla fascia basamentale in lastre di marmo che riveste il perimetro della struttura.

La stazione oggi

La stazione oggi

La stazione di Caserta è stata interessata nel 2007 da interventi di recupero e conservazione oltre che di ammodernamento delle aree aperte al pubblico ad opera di Centostazioni e co-finanziati da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) con un investimento di circa 1 milione di euro. 

I lavori, in linea con i numerosi interventi di rinnovamento promossi dall’Amministrazione Comunale, tra cui la creazione di nuovi parcheggi di scambio e lo sviluppo di spazi attrezzati per la sosta in quest’area di particolare importanza storico-culturale, hanno interessato una superficie di circa 5.000 metri quadrati con il potenziamento e il ripristino dell’impianto originario degli accessi al fine di offrire una maggiore fruibilità della stazione da parte degli utenti provenienti dalle varie zone della città. 

Nel pieno rispetto del valore storico dell’edificio, si è posta attenzione alla qualità delle rifiniture e dei materiali utilizzati, oltre che all’illuminazione, perfettamente integrata con le caratteristiche architettoniche della struttura. Adeguati gli impianti tecnologici e realizzate opere di abbattimento delle barriere architettoniche, con la creazione di scale e rampe di accesso al sottopasso, l’inserimento di percorsi e mappe tattili per non vedenti e il rinnovamento dei servizi igienici pubblici secondo il concept dell’accessibilità indifferenziata per tutti gli utenti. Sono previsti, presso il fabbricato ulteriori lavori migliorativi di modernizzazione tecnologica e ottimizzazione, volti a rendere la stazione più funzionale e accogliente per i clienti.