Per approfondire

La stazione ieri

La stazione ieri

L’originario fabbricato viaggiatori - a due piani e pianta rettangolare - vede un ampliamento nel 1865, con la realizzazione di due ali laterali. Inizialmente l'edificio è accessibile dal lato est del Piazzale Dalla Chiesa. In seguito, il Comune decide di spostare l’ingresso sul lato sud in modo tale da renderlo simmetrico rispetto al piazzale antistante e al sottopassaggio dei binari, e facilitare l’accesso in stazione.
Il progetto caratterizza la stazione come piazza urbana con funzione di punto di raccordo per le principali vie della città. La facciata - in parte intonacata e in parte caratterizzata da lesene - presenta alla sommità un orologio e, sul fronte piazza, una grande pensilina metallica in aggetto.

Nel corso degli importanti interventi di restyling dell’ edificio ferroviario, gli utenti hanno potuto usufruire della “Temporary Station”, la struttura temporanea realizzata con finanziamenti regionali, comunali e della STU per rispondere all'esigenza di creare un polo moderno integrato per il trasporto urbano ed extraurbano.
Caratterizzata da un design innovativo, la stazione temporanea - della superficie complessiva di circa 2.000 metri quadrati - si è ispirata ai principi architettonici del recupero, della modernità e flessibilità, essendo caratterizzata da una struttura modulare, prefabbricata, completamente riutilizzabile e a ridotto impatto ambientale.

La stazione oggi

La stazione oggi

La stazione di Parma – la cui apertura al pubblico è avvenuta il 5 maggio del 2014 - è stata interessata da importanti lavori di riqualificazione e valorizzazione, sia dal punto di vista strutturale che dal punto di vista funzionale, a opera di Centostazioni, a completamento del restyling realizzato da RFI (Gruppo FS Italiane).

Il fabbricato viaggiatori, che si sviluppa su due piani fuori terra e un piano ammezzato, è accessibile dall’ingresso principale situato nel sottopassaggio da cui è possibile raggiungere le biglietterie e i binari, usufruendo di un sistema di scale fisse e ascensori.
Accanto alla nuova biglietteria e nel sottopasso stradale  sono operative emettitrici self service per l’acquisto dei biglietti. Presenti inoltre nuovi sportelli “open space”, senza vetro di separazione, dove effettuare le operazioni previste in un contesto di maggiore comfort e ospitalità.
Dal piano ammezzato un sistema di ascensori, che si affiancano a scale fisse, consente di raggiungere direttamente i marciapiedi di partenza e arrivo dei treni, completando l’abbattimento delle barriere architettoniche, per andare incontro alle esigenze di passeggeri a mobilità ridotta. Rinnovata infine al piano binari, ad opera di RFI, la pavimentazione di tutti i marciapiedi, con inserimento di percorsi tattili per ipovedenti. I lavori di riqualificazione e valorizzazione hanno restituito alla città di Parma una stazione dal layout moderno, dotata di servizi più funzionali, ambienti confortevoli e locali commerciali all’interno.

Gli spazi di stazione sono a disposizione di enti e istituzioni pubbliche e private per ospitare eventi, mostre, attività di intrattenimento che coinvolgano cittadini e viaggiatori.