Per approfondire

La stazione ieri

La stazione ieri

Il fabbricato originario, realizzato tra il 1933 e il 1935 dall’architetto Angiolo Mazzoni, è organizzato intorno al grande atrio - biglietteria dal quale si sviluppano due strutture laterali che accolgono la sala d’attesa, la sala ristorazione, gli uffici, i servizi ai viaggiatori. Gli interni si presentano curati grazie a rivestimenti in ceramica colorata e marmo di Carrara. 

Un grande mosaico policromo di Garzia Fioresi, raffigurante la proclamazione del Tricolore, campeggia sulla facciata esterna. Nel 1944, a seguito dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, l’edificio viene ricostruito e modificato nel layout complessivo, rialzato di un piano rispetto al progetto originario, pur mantenendone lo schema planimetrico.

La stazione oggi

La stazione oggi Tra il 2005 e il 2007 la stazione di Reggio Emilia è interessata da lavori di restyling realizzati da Centostazioni e co-finanziati da RFI (Gruppo FS Italiane), con un investimento di circa 1,2 milioni di euro. La struttura viene valorizzata attraverso la creazione di gallerie dotate di sedute e servizi per viaggiatori e frequentatori.

Un nuovo sistema di illuminazione, oltre a garantire agli utenti maggiore comfort e sicurezza, contribuisce a valorizzare la facciata esterna, interessata da opere di restauro. L’inserimento di percorsi tattili consente un agevole accesso ai servizi anche agli utenti non vedenti. Sono previsti, presso il fabbricato, ulteriori interventi di adeguamento e modernizzazione tecnologica, in linea con le esigenze dei clienti.