Per approfondire

La stazione ieri

La stazione ieri La stazione di Civitavecchia viene inaugurata nel 1859 in occasione della realizzazione della linea ferroviaria Roma – Civitavecchia, la prima ad essere attivata nello Stato Pontificio e tra le più antiche linee ferroviarie italiane. Inizialmente lo scalo ha natura temporanea. Si deve attendere il 1860 per la sua apertura definitiva al pubblico, in concomitanza con il prolungamento della linea ferroviaria verso la Toscana.
A partire dagli inizi del ‘900, con l’attivazione del raccordo per il porto, la stazione vede accrescere costantemente il proprio flusso merci e passeggeri. Negli anni '30, iniziano i primi servizi diretti di collegamento tra il porto e Roma, in coincidenza con l’arrivo di navi dalla Sardegna. La posizione strategica della città e del suo scalo portuale rendono la stazione uno dei principali scali dell’Italia centrale per quanto riguarda il movimento passeggeri.

La stazione oggi

La stazione oggi La stazione di Civitavecchia è stata recentemente interessata da interventi realizzati da Centostazioni, cofinanziati da RFI (Gruppo FS Italiane).
Tra le opere realizzate, il restauro del corpo centrale del fabbricato viaggiatori, risalente alla fine del 1800 e la ristrutturazione delle altre aree più recenti, con rifacimento dell’ala sinistra dell’edificio. Si è inoltre provveduto al rinnovo dell’atrio, con il recupero dei pavimenti originari in travertino e marmo, alla manutenzione della facciata e della pensilina esterna, per garantire ai clienti uno spazio più accogliente e funzionale.
La riqualificazione ha visto anche la realizzazione di percorsi e mappe tattili, che consentono agli utenti con disabilità un agevole accesso ai principali servizi presenti in stazione.
Previste ulteriori opere di adeguamento e modernizzazione tecnologica, in linea con le esigenze dei clienti.