Per approfondire

La stazione ieri

La stazione ieri

La stazione originaria, composta da due binari passanti e uno scalo merci, viene inaugurata nel 1892, in concomitanza con la linea ferroviaria Sparanise - Gaeta, soppressa nel 1927 a seguito della realizzazione della linea direttissima Napoli-Roma. Lo scalo subisce quindi delle modifiche, viene ampliato dall’aggiunta di binari che determinano l’importanza della stazione come nodo di interscambio. 

Il fabbricato viaggiatori, progettato nel secondo Dopoguerra dall’Architetto Roberto Narducci e sviluppato su due livelli, accoglie al piano inferiore i servizi dedicati ai viaggiatori e le banchine protette da pensiline, collegate tramite sottopassaggi e ascensori.

La stazione oggi

La stazione oggi

La stazione, che a partire da giugno 2012 ha assunto la denominazione di Formia-Gaeta, è stata interessata da lavori di recupero promossi da Centostazioni e cofinanziati da RFI (Gruppo FS Italiane), che hanno restituito agli utenti un edificio più qualificato dal punto di vista architettonico e più funzionale. Le opere hanno visto una complessiva razionalizzazione e recupero degli spazi interni, con manutenzione delle strutture, ripresa di intonaci e rivestimenti, rifacimento della pavimentazione, messa a norma degli impianti tecnologici. 

Potenziato il sistema di illuminazione, sia nell’atrio che sul marciapiede lato binari. Rinnovati anche i servizi igienici, secondo il concept dell’accessibilità indifferenziata per tutti gli utenti; realizzati interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche e sensoriali, anche attraverso l’inserimento di mappe e percorsi tattili per non vedenti. Previste ulteriori opere di adeguamento e modernizzazione tecnologica, in linea con le esigenze dei clienti.