Per approfondire

La stazione ieri

La stazione ieri Inaugurata nel 1887, la stazione eredita il ruolo primario sino ad allora appartenuto alla stazione di Valdellora, poi declassata a scalo merci, contribuendo a valorizzare il nuovo “Quartiere Umbertino” allora in costruzione. L’edificio, in Stile Umbertino, è caratterizzato dalle tipiche pietre bugnate presenti anche nell’Arsenale Militare e da un particolarissimo atrio affrescato. Gli affreschi, realizzati dal pittore Luigi Agretti (La Spezia 1877 - 1933), a cui si devono molte opere realizzate nella città ligure, raffigurano la Spezia, il Commercio e l’Industria e sono racchiusi in tre grandi medaglioni.

L’edificio monumentale è articolato in un corpo maggiore centrale e in due minori laterali, simmetrico nell’impianto. Sviluppato su tre livelli, presenta, nella localizzazione delle funzioni, il classico schema di “palazzo”, con atrio-biglietteria e spazi per l’attesa al piano-terra, uffici e appartamenti ai piani superiori. Nel sottotetto è alloggiato l’orologio della stazione.

La stazione oggi

La stazione oggi

La stazione di La Spezia Centrale è stata interessata da lavori di riqualificazione e valorizzazione realizzati da Centostazioni e cofinanziati da Rete Ferroviaria italiana (Gruppo FS Italiane) con un investimento complessivo di circa 2 milioni di euro. Gli interventi, volti al recupero e alla conservazione delle architetture di stampo classicista e al rinnovamento delle aree aperte al pubblico, hanno interessato un’ampia superficie che comprende l’edificio ferroviario e quello adiacente (FSA), il sottopasso, il marciapiede lato città e la pensilina del primo binario. Tra le opere effettuate: il restauro conservativo dell’atrio; la manutenzione della facciata; l’allungamento della pensilina principale al primo binario; la costruzione di una nuova pensilina d’acciaio e vetro tra i due fabbricati principali del complesso ferroviario, per consentire agli utenti di attendere i taxi al riparo delle intemperie; il rifacimento dei servizi igienici pubblici, resi accessibili a tutti, posizionati nell’ala sinistra dell’edificio. 

Oggetto di riqualificazione anche il sottopasso, interessato da un accurato intervento di manutenzione e integrazione dei rivestimenti in marmo di Carrara. Incrementata la superficie commerciale complessiva ed inseriti, all’interno dell’atrio e sul primo marciapiede, esercizi commerciali e servizi utili per i clienti lungo un percorso attrezzato con sedute. Un nuovo sistema di illuminazione valorizza l’edificio, garantendo nel contempo maggiore comfort e sicurezza per gli utenti. Realizzati inoltre interventi di abbattimento delle barriere architettoniche, con l’inserimento di percorsi tattili per non vedenti, e di messa a norma degli impianti tecnologici presenti all’interno dell’edificio.