Per approfondire

La stazione ieri

La stazione ieri La stazione di Ventimiglia, inaugurata alla fine del 1871, viene dichiarata "internazionale" nel 1882, quando viene realizzato il nuovo fabbricato viaggiatori con la caratteristica tettoia a galleria, sovrastante i binari. Nel 1942, a seguito del secondo conflitto mondiale, l’edificio assume il tipico stile architettonico razionalista dell’epoca, su progetto dell’architetto Roberto Narducci, fautore di numerosi edifici post bellici.

Quest’ultimo sperimenta una nuova tipologia di fabbricato-viaggiatori, realizzando una sorta di parallelepipedo lineare su un unico piano, sviluppato longitudinalmente.

La stazione oggi

La stazione oggi

Il fabbricato viaggiatori, sviluppato su due piani, si articola in tre volumi: uno centrale più alto e due laterali uguali tra loro. La facciata, nella parte centrale, è ritmata da cinque grandi arcate vetrate a tutto sesto che segnano l’ingresso alla stazione. 

Il sistema costruttivo è di tipo misto, in muratura e cemento armato, mentre nei rivestimenti prevale l’uso del marmo di Carrara. Centostazioni ha elaborato diverse ipotesi progettuali al fine di valorizzare gli ampi spazi, razionalizzare i flussi e dotare l’edificio di servizi e attività commerciali per cittadini e viaggiatori. Al momento tali progetti sono in fase di valutazione dagli enti preposti.