Per approfondire

La stazione ieri

La stazione ieri

La stazione di Lecco, entrata in esercizio nel 1863, sopravvive ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, presentando tuttora le originarie volumetrie e pensiline in ghisa decorate. L’impianto è costituito da una serie di corpi di fabbrica distinti. Il fabbricato centrale, ha una struttura simmetrica, articolata in un corpo maggiore centrale, leggermente avanzato e in due corpi minori laterali, uno a nord sul lato Sondrio -il Fabbricato Servizi Accessori, e uno a sud sul lato Milano, di più recente costruzione.

Le facciate sono scandite da aperture rettangolari leggermente arcate nella parte superiore. La sobrietà delle superfici intonacate è evidenziata dalle cornici a rilievo delle aperture, dei marcadavanzali, degli angolari e dei cornicioni. Al centro, sulla copertura dell’edificio, è alloggiato l’orologio della stazione.

La stazione oggi

La stazione oggi

La stazione di Lecco è stata interessata da interventi di ristrutturazione e adeguamento funzionale, realizzati da Centostazioni e cofinanziati da RFI (Gruppo FS Italiane). Oltre al recupero conservativo delle facciate esterne, valorizzate con apposito sistema di illuminazione, il layout architettonico vede una diversa configurazione degli spazi interni con la creazione di un’area centrale - costituita dall’atrio e dai corridoi laterali - dotata di nuova pavimentazione, idonea illuminazione e servizi utili a cui è possibile accedere attraverso percorsi semplificati.

Realizzate opere di adeguamento degli impianti tecnologici e di progressivo abbattimento delle barriere architettoniche con installazione di comode rampe d’accesso e di servizi igienici pubblici accessibili a tutti. Il prolungamento del sottopasso, ristrutturato e dotato di ascensore, agevola l'afflusso dei viaggiatori che risiedono nella zona alta della città, parallela ai binari.
Previste ulteriori opere di adeguamento e modernizzazione tecnologica, in linea con le esigenze dei clienti.