Per Approfondire

La stazione ieri

La stazione ieri

L’attuale stazione entra in funzione nel 1878, in concomitanza con l’inaugurazione del tratto della ferrovia Milano-Venezia, che collega Treviglio alla cittadina di Rovato.
Inizialmente la stazione fa parte della Rete Adriatica e nel 1885 passa in gestione alla Società Italiana per le Strade ferrate meridionali. Nel 1905, in seguito alla statalizzazione delle Ferrovie, entra a far parte della gestione di Ferrovie dello Stato Italiane.

Prima del 1878, Treviglio ha altre due stazioni: quella di Treviglio Molino e quella di Treviglio Ovest. La prima con funzione di capo-tronco del tratto ferroviario Milano Porta Tosa – Treviglio; la seconda, passante per Bergamo e Coccaglio, ubicata sul tronco della Milano - Venezia. Quest'ultima è tuttora in funzione.

La stazione oggi

La stazione oggi

La stazione ferroviaria di Treviglio Centrale è oggi più funzionale, luminosa ed elegante, grazie all'intervento di riqualificazione, del valore di circa 1 milione di euro, realizzato da Centostazioni, cofinanziato da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane).
Semplificati i percorsi di transito per i clienti all’interno del fabbricato viaggiatori, realizzato un nuovo atrio centrale a tre campate, ricavato dallo spostamento della biglietteria nell’area a sinistra dell’ingresso principale. Predisposte nuove aree per la sosta e rinnovate le strutture nelle aree aperte al pubblico.

Un accurato intervento di recupero ha interessato le facciate esterne, valorizzate da un’ illuminazione diffusa e uniforme su tutta la superficie. Luci di tipo museale e “tagli di luce” inseriti nei controsoffitti esaltano anche gli interni riqualificati della stazione, in particolare la struttura monolitica all’ingresso, in pietra naturale e sui toni del grigio, visibile a qualsiasi ora anche dal piazzale antistante.
Un contesto architettonico reso sobrio e raffinato anche dalla scelta cromatica, che vede la predominanza del bianco su pareti e soffitto e dei toni del grigio per gli elementi verticali e la pavimentazione. Realizzati, inoltre, interventi di progressivo abbattimento delle barriere architettoniche tra cui l’attivazione di un ascensore di collegamento al sottopasso che conduce ai binari: Completati i lavori di adeguamento a norma degli impianti tecnologici e di ristrutturazione dei servizi igienici pubblici, resi più funzionali e accessibili a tutti.