Per approfondire

La stazione ieri

La stazione ieri

La stazione di Ancona Centrale viene inaugurata nel 1861, in concomitanza con il completamento della linea ferroviaria Bologna - Ancona da parte della Società per le strade ferrate romane. In origine, lo scalo è ubicato in un’area decentrata rispetto al nucleo cittadino, arroccata su un promontorio; in un secondo momento, grazie allo sviluppo dell’intera area urbana circostante, la stazione assume una posizione più centrale. Il fabbricato viaggiatori originario presenta, in copertura, un'ampia tettoia con volta a botte, in seguito distrutta dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. 

L’edificio, ricostruito nel 1948, presenta uno stile tradizionale, caratterizzato da un corpo centrale che sovrasta - per dimensione e altezza - gli edifici laterali, sviluppati su due piani. L’ingresso principale e quelli secondari sono valorizzati da un’ampia pensilina aggettante; le facciate presentano un rivestimento a cortina in mattoni, ad eccezione della zona corrispondente all’atrio, rivestita da lastre di travertino per l’intera altezza della costruzione. Le decorazioni, semplici e lineari, sono rappresentate da una fascia basamentale di raccordo e dalle cornici sagomate dei vani finestra, in pietra naturale, rivestimento presente anche sui pilastri delle pensiline.

 

La stazione oggi

La stazione oggi

La stazione di Ancona Centrale è stata interessata da lavori di riqualificazione funzionale e architettonica realizzati da RFI (Gruppo FS Italiane), con un investimento di circa 2 milioni di euro. L’intervento ha visto il rifacimento del marciapiede del primo binario, dotato di pavimenti antisdrucciolo e arricchito di nuovi spazi per l’attesa dei viaggiatori; la riqualificazione del piazzale interno di accesso ai binari lato Ovest che presenta una nuova illuminazione, nuove panchine e aiuole. Veste rinnovata anche per il sottopassaggio lato Sud del primo binario e per le rampe di accesso ai binari intermedi; ricostruiti i pavimenti con piastrelle e profili anti-scivolo e istallati nuovi controsoffitti e contro-pareti di rivestimento, completati da finiture di pregio.

Realizzati interventi di progressivo abbattimento delle barriere architettoniche grazie al il restyling della Sala Blu dedicata all’assistenza delle persone a ridotta mobilità, ampliati gli spazi dedicati all’attesa, rinnovati gli elementi di arredo, le bacheche informative, le targhe e i percorsi tattili, ma anche i monitor per l’informazione in tempo reale dei viaggiatori. Completano l’opera di riqualificazione l’istallazione di una porta automatica di ingresso, un nuovo impianto di climatizzazione e un sistema di illuminazione dedicato.