Per approfondire

La stazione di ieri

La stazione ieri

La prima stazione ferroviaria di Termoli viene realizzata nel 1864, quando la linea adriatica da Pescara arriva a Foggia e in seguito a Bari e Brindisi per collegare il nord al sud nel neo-Stato italiano. A partire dal 1879 (con l’apertura del canale di Suez) e sino al 1914, sulla ferrovia adriatica transita la cosiddetta “Valigia delle Indie”, ovvero il “treno postale” che attraversa la penisola italiana trasportando viaggiatori e corrispondenza da Londra a Bombay, via Egitto. 

Negli anni ‘80-’90 del secolo scorso, la stazione viene completamente rinnovata. Al fabbricato originale, che costituisce il corpo centrale, ne vengono aggiunti altri due laterali. Il livello dei binari viene innalzato rispetto al piano strada e il passaggio a livello a nord della stazione viene sostituito da un sovrappasso carrabile e pedonale. Inoltre, per agevolare ulteriormente il transito dei pedoni da una parte all’altra della cittadina, d’intesa con l’amministrazione comunale, nel 1995 viene inaugurato anche un sottopasso pedonale nei pressi della stazione.

La stazione di oggi

La stazione oggi

La stazione di Termoli è stata interessata da opere di recupero e adeguamento funzionale, realizzate da Centostazioni, cofinanziate da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) al fine di rendere la struttura più funzionale, sicura e accessibile. 

Tra le opere effettuate: rifacimento dei servizi igienici, resi accessibili a tutti gli utenti; inserimento di percorsi tattili per non vedenti in grado di collegare l’ingresso dell’edificio ai principali servizi di stazione; adeguamento a norma di legge degli impianti esistenti; manutenzione delle strutture e delle facciate; rifacimento copertura delle pensiline ai marciapiedi 2 e 3 e relativa illuminazione.